SKINCARE PELLE SENSIBILE

Questo è il periodo dell'anno in cui alcune pelli soffrono particolarmente. Si tratta del grande e misterioso mondo delle pelle reattiva o che tutti chiamano abbondantemente "sensibile". Una pelle che reagisce facilmente ad agenti esterni, come freddo, vento, sbalzi di temperatura, raggi UV, cosmetici, a causa di una barriera cutanea deficitaria.
Foto presa da Pinterest

SENSAZIONI
Pelle che tira, bruciore, pizzicore.

CARATTERISTICHE
Si tratta di un'entità di pelle molto ampia con sintomi talvolta soggettivi, però ci sono alcune caratteristiche comuni che si possono riscontrare: rossore, desquamazione, eczemi localizzati, fragilità capillare.

CAUSE
Multifattoriali.
Può esserci una predisposizione genetica: chi ha dermatite atopica ad esempio ha una barriera della pelle deficitaria, a causa di una carenza dei lipidi intercellulari dello strato corneo, di conseguenza è facilmente aggredibile dagli agenti esterni. Infatti in inverno di solito la pelle è più sofferente.
In altri casi può essere determinata da un uso eccessivo di cosmetici inadeguati. Ad esempio chi usa quotidianamente detergenti non specifici per il viso (come saponette o bagnoschiuma) alla lunga rischia di eliminare del tutto il matello di acqua e di sebo superficiale che protegge la cute. La pelle quindi si secca, si disidrata e lascia passare sostanze irritanti o patogeni, con rischio di sviluppare dermatiti irritative o allergiche.

SKINCARE QUOTIDIANA
  1. DETERGENTE: detersione per affinità con olii o creme a risciacquo, da sciacquare preferibilmente con l'acqua termale tramite garze in tessuto o dischetti morbidi. Rispetto ad altre tipologie di pelle, in questo caso é meglio se effettuata solo la sera per non alterare ulteriormente la funzione barriera della pelle. La detersione di sera serve a rimuovere il trucco, ma anche smog e polveri, il che è fondamentale poiché chi ha la pelle reattiva ha lo strato corneo compromesso e quindi queste sostanze non vengono ostacolare a dovere. La conseguenza? Ossidazione di componenti strutturali della pelle e quindi rischio di invecchiamento precoce. 
  2. CREMA VISO: formulazioni semplici costituite per lo più da ingredienti emollienti restitutivi (es. ceramidi, colesterolo, acidi grassi) e lenitivi (es. Niacinamide, Allantoina, Bisabololo). Si anche alle sostanze filmogene che preservano l'idratazione naturale della pelle (es. Paraffinum liquidum). No agli allergeni del profumo (cinnamal, coumarin, eugenol). Attenzione anche ai fitoderivati: gli estratti delle piante contengono un pool di sostanze attive che potrebbero provocare un effetto avverso sulla pelle.
    Esempio di crema che attenua i rossori cutanei

    Un siero perfetto per calmare la pelle reattiva
  3. PROTEZIONE VISO: é fondamentale applicare sempre una protezione viso 50+ sopra alla crema abituale se si sta all'aperto, da rinnovare durante la giornata. La pelle sensibile è ancora più vulnerabile ai raggi uv. 
    Protezione molto alta ideale per le pelli reattive
  4. MAKE-UP: si ai FONDOTINTA fluidi idratanti che fanno da seconda pelle. Si all'illuminante! Messo dopo la base, in alcune zone del volto, ricrea dei punti luce che rendono l'incarnato più luminoso e meno sofferente! 

    Un esempio di skincare quotidiana
SKINCARE PERIODICA
Maschere idratanti e lenitive da tenere tutta la notte, due volte a settimana, magari dopo un esfoliante delicato come un peeling enzimatico. Le maschere riducono l'evaporazione dell'acqua andando a risanare la naturale idratazione della pelle.
Esempio di maschera idratante e lenitiva 


Commenti

Post popolari in questo blog

CONNESSIONE TRA PELLE E INTESTINO: NUOVE STRATEGIE CONTRO L'ACNE.

SCOPRI IL TUO DETERGENTE VISO IDEALE!

BORSE PERIOCULARI: CAUSE E TRATTAMENTO